Menu principale

Ti trovi in:

Home » Territorio » Roveré della Luna in breve

Menu di navigazione

Territorio

Roveré della Luna in breve

di Lunedì, 04 Marzo 2013 - Ultima modifica: Mercoledì, 05 Giugno 2013
piazza della chiesa

Roveré della Luna (m 251) si trova nella valle dell'Adige, al confine tra la Provincia autonoma di Trento e quella di Bolzano.

Le case sono disposte lungo il conoide detritico del rio Favogna, che ha influenzato la morfologia del paese, nato nel XIV secolo con l'invio in zona di coloni tedeschi per dissodare i terreni ammantati di boschi. E' un centro vitivinicolo, frutticolo e possiede inoltre una zona industriale ed artigianale.
La corona di monti che ne caratterizza la fisionomia verso nord, ha fornito lo spunto per alcune leggende: l'uomo dal toro (''l'om dal tor'') era obbligato a portare delle pietre in cima alla montagna sotto la minaccia di un toro. La spaccatura nella parete rocciosa fra Roveré della Luna e la zona dei ''Puncli'' ricorderebbe la condanna divina di scavare con un cucchiaio una strada per il monte di Favogna, inflitta al saltaro (''l'òm dal luminòt'', o ''Puncamàndi''), che aveva favorito in modo disonesto gli abitanti di Magré, a danno di quelli del paese in occasione di una lite per i confini fra le due comunità.
Il nome dell'abitato rappresenta una curiosità toponomastica, se infatti il primo termine è ricollegabile alla pianta del rovere (''Quercus sessiliflora''), è più complesso decifrare la seconda componente: Cesare Battisti nel 1905 scriveva che il paese aveva preso questo nome ''dal bosco di roveri posti vicino alla luna o lunare dell'Adige che s'addentrava colà, prima che l'acqua del rio Favogna che vi scende, formasse il conoide alluvionale su cui ora sorge il villaggio. Il lunare formava allora approdo alle barche ed alle zattere che transitavano sul fiume, deviato poi dal conoide più a sinistra della valle verso Salorno''. Giulia Mastrelli Anzilotti nel 2003 appoggiava l'ipotesi che il termine ''luna'' si riferisse da una insenatura del fiume Adige presso il paese. Una diversa corrente di pensiero ritiene che nel termine ''luna'' andrebbe ravvisato il vocabolo tedesco ''Lahn'', ossia slavina. In effetti il paese sorge sulle ghiaie del rio Favogna e la voce popolare racconta che l'attuale paese di Roveré della Luna sorgerebbe su un precedente nucleo di abitazioni. Il nome quindi verrebbe a significare ''Bosco di roveri presso, o sopra, la frana''.
(Testo a cura dello storico Paolo Dalla Torre - www.paolodallatorre.it)
Via Quattro Novembre

Breve excursus storico su Roverè della Luna

Qui potrete trovare una raccolta di immagini del paese. 

la briglia costruita dopo la frana

L'evento franoso del 2000 

Questionario
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam